Trasformazioni - 700° Dante

Anni precedenti

Cerca

 

 

Articoli

6th INTERNATIONAL COMPOSITION PRIZE SEM 2021
***ESITO FINALE*** / ***RESULTS***
 
La giuria, composta da Daniele Zanettovich (Italia, Presidente), Gilberto Bosco (Italia), Dimitri Cervo (Brasile), Ferrer Ferràn (Spagna), Donald Sosin (USA) ha valutato un notevole numero di partiture provenienti da 5 continenti e oltre 20 paesi.
Dopo un'attenta valutazione, un approfondito esame e reciproci scambi di opinioni e osservazioni sulle partiture, la giuria, nonostante abbia apprezzato il buon livello delle partiture, ha deciso a maggioranza di non attribuire il Primo Premio.
Ha tuttavia voluto assegnare una Menzione d’Onore senza esecuzione musicale a due opere.
Mai come quest’anno la decisione dei giudici è stata difficile e sofferta.
L’Associazione Ensemble Serenissima vuole ringraziare tutti i partecipanti e quanti hanno lavorato con dedizione alla realizzazione di questo concorso.
Alla prossima edizione nel 2022!
___________________________________________________
 
The international jury, composed by Daniele Zanettovich (ITA), Gilberto Bosco (ITA), Dimitri Cervo (BRA), Ferrer Ferràn (SPA), Donald Sosin (USA), assessed a large number of works from 5 continent and over 20 countries.
After thorough and careful consideration, after a broad exchange of view and discussions, it decided by a majority to not award the First Prize, while acknowledging the good quality of works.
The jury eventually decided to award two honorable mentions without performance.
Never before, the judges’ decision was really tough.
The Ensemble Serenissima Association would like to thank all participants and all those who worked with dedication to realize this competition.
To the next edition in 2022!
___________________________________________________
  
PRIMO PREMIO / FIRST PRIZE
Not award
MENZIONE SPECIALE (senza esecuzione) / HONORABLE MENTION (without performance)
MARIANNA di Marcin Gumiela (Poland)
EINE KLEINE JAZZMUSIK di Massimo Lauricella (Italy)

 

Estratto dei verbali / Extract from reports

 

MARCIN GUMIELA (1980)
 
Nato l'11 aprile 1980 a Tomaszów Lubelski. Compositore, pianista, teorico musicale, docente, vive a Toruń e lavora a Bydgoszcz. Fa parte del gruppo di artisti della Young Generation selezionati da Krzysztof Pendercecki e Henryk Mikołaj Górecki per il programma "European Krzysztof Penderwecki Center" Giovani compositori in omaggio a Fryderyk Chopin ". (2007- 2010).
Durante la stagione artistica 2015-2016 è stato compositore residente della più antica orchestra sinfonica di Karol Namysłowski in Polonia a Zamość.
Ha lavorato con il Teatro Sorano di Tolosa (Francia) come compositore e coordinatore musicale nel progetto internazionale Fabrec. È risultato vincitore in competizioni internazionali e nazionali. Le sue composizioni sono state eseguite in molte città polacche e all'estero (negli Stati Uniti, Italia, Germania, Francia, Macedonia, Slovacchia, Ucraina, Bielorussia). Su commissione speciale della Pomerania Philharmonic a Bydgoszcz, ha preparato tre cicli di canzoni dalle opere nn. 7, 18 e 22 per Ignacy Jan Paderewski per voce e orchestra d’archi. Il catalogo delle sue composizioni include opere orchestrali, di teatro, da camera, corali, solistiche, elettroniche e audiovisive. Molte composizioni sono state registrate e pubblicate su CDS. L'album "I giovani compositori in omaggio a Fryderyk Chopin", pubblicati da Dux, contiene il suo lavoro “Le impressioni Fiorentini” per violoncello e pianoforte scelto per il premio Fryderyk 2009 nella categoria musica contemporanea.
Con Podlasie Opera e l’Orchestra Coir, ha registrato un album monografico "Lavori sacri" pubblicato da Dux. Canzoni di i.j. Padewski, arrangiate da Marcin Gumiela per voce e archi, sono stati registrati per l'etichetta Naxos. È autore della colonna sonora di film quali: “The Last Way” diretto da Robert Wichrowski ", "Separately. Together" diretto da Mateusz Buława e "Le parkour" diretto da Katarina Misikova.
È l’ideatore e il co-fondatore del "New Music" Contemporary Music Festival di Bydgoszcz. Attualmente sta lavorando come compositore ed esecutore.
  
____________________________________
 
Born 11 April 1980 in Tomaszów Lubelski. Composer, pianist, music theorist, lecturer, lives in Toruń and works in Bydgoszcz. He belongs to the group of artists of the young generation selected by Krzysztof Penderecki and Henryk Mikołaj Górecki for the programme "European Krzysztof Penderecki Music Centre" Young composers in tribute to Fryderyk Chopin". (2007– 2010).
During the artistic season 2015-2016 he was a resident composer of the oldest Karol Namysłowski Symphony Orchestra in Poland in Zamość.
He worked with the Sorano Theatre in Toulouse (France) as composer and music coordinator in the international project FABREC. Winner of international and national composing competitions.
His compositions have been performed in many Polish cities and abroad (in the USA, Italy, Germany, France, Macedonia, Slovakia, Ukraine, Belarus).
On a special commission from the Pomeranian Philharmonic in Bydgoszcz, he has prepared three cycles of songs from op. 7, 18 and 22 by Ignacy Jan Paderewski for voice and string orchestra.
The composition catalogue includes orchestral, stage, chamber, choral, solo, electronic and audiovisual works. Many compositions have been recorded and published on CDs.
The album "Young composers in tribute to Fryderyk Chopin", published by DUX, on which his Le impressioni Fiorentini for cello and piano was nominated for the Fryderyk 2009 award in the contemporary music category.
He is the originator and co-founder of the "New Music" Contemporary Music Festival in Bydgoszcz. He is actively involved in composing and performing.
 

 

Massimo Lauricella (1980)
 
Compositore, direttore d'orchestra e pianista.
Con il primo lavoro che scrive, "Impressions of an American sparrow" per due pianoforti, ottiene nel 1986 il primo premio al Concorso Internazionale di Composizione "Valentino Bucchi" di Roma e, due anni dopo, vince il "Forum" di Colonia con "Tremiti" per quartetto d'archi, brano che, eseguito e registrato per la radiotelevisione tedesca (WDR) dal Quartetto Arditti, verrà premiato in seguito anche dalla Fondazione Kennedy di Washington.
Negli anni seguenti, oltre a molti altri riconoscimenti, i suoi lavori iniziano ad essere eseguiti in tutto il mondo e nel 1992 Witold Lutoslawski, presidente del Concorso Internazionale di Varsavia dedicato al compositore stesso, premia il suo lavoro "Spectra" per orchestra che, nell'interpretazione della Warsaw Philarmonic, ottiene grande successo di pubblico e critica.
A seguito di altri due prestigiosi premi intenazionali (Centro di Cultura Ebraica di Los Angeles nel 1994 - Tulane University di New Orleans nel 1995) la Società Aquilana "B. Barattelli", in occasione del cinquantenario della fondazione, gli commissiona "Imis", brano per sette strumenti che, fra le molte interpretazioni, riceverà anche quella dell'Ensemble Pierrot Lunaire al Musikverein di Vienna.
Per la Giovine Orchestra Genovese (GOG) scrive due lavori: il primo, "E piove in petto una dolcezza inquieta" per soprano e quintetto su testi di Eugenio Montale, composto nel 1996 per il centenario della nascita del poeta ligure ed il secondo, nel 1999, "Fiabe, miti e magie" per percussioni e pianoforte.
Nel 1997, in occasione di una commissione da parte del Teatro Verdi di Pisa per un lavoro dedicato ad Arnold Schönberg, si presenta nella duplice veste di compositore e direttore curando la prima esecuzione del suo brano "Eco di un tempo perduto" in un concerto alla presenza della stessa Nuria Schönberg.
Da allora, come direttore, lavora su un repertorio che spazia dal '700 sino ai giorni d'oggi dirigendo ed incidendo, oltre alle proprie opere ed a quelle dei grandi maestri, lavori di autori contemporanei e realizzando anche varie prime esecuzioni assolute.
Ha diretto ensembles ed orchestre quali l'E.Co. Ensemble, l'Icarus Ensemble, il Choros Ensemble, l'Orchestra Sinfonica e l'Orchestra da Camera della Repubblica di San Marino, lo Janua Coeli Globus, l'Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, la Flame Ensemble Orchestra, la Hofstads Youth Orchestra, la Tuscan International Youth Orchestra (TIYO), la Bayerisches Kammerorchester collaborando, fra gli altri, con solisti quali Susanna Rigacci, Andrea Griminelli, Jacques Loussier e Daniel Müller-Schott.
Nel 2002 viene chiamato dal Teatro Carlo Felice di Genova per dirigere un concerto dedicato a musiche di Hans Werner Henze, il quale ha voluto commentare l'esecuzione scrivendo di essere stato "...molto impressionato dal vigore, dall'energia e dall'eleganza della sua interpretazione".
Il premio del Japan International League of Artists di Tokio, conferitogli nel 1997 per la sua composizione su testi di Montale, suscita l'interesse del Teatro dell'Opera di Genova anche verso la sua attività compositiva e viene eseguito il suo lavoro sinfonico "E fu sera, e fu mattina" ispirato alla Genesi: questo brano, ascoltato da Riccardo Chailly, verrà ripetuto l'anno seguente nella stagione dell'Orchestra Verdi di Milano e, nel 2001, vince il premio internazionale di composizione "Ciutat de Palma" a Maiorca.
Su invito di Luciano Berio, nel 2002, scrive un nuovo lavoro per l'inaugurazione dell'Auditorium del Parco della Musica di Roma, "Come un'aurora" per orchestra d'archi, dedicato all'Orchestra Giovanile di Fiesole mentre nel 2003 viene nominato compositore residente presso il Festival EinKlang di Vienna.
Dopo l'anno viennese esce il suo primo CD monografico che viene realizzato nel 2004 in Spagna dalla Fundaciò ACA di Palma de Mallorca e, nello stesso anno, riceve anche il prestigioso "Fromm Award" dell'Università di Harvard. Quale unico italiano nella storia dell'Università musicale di Harvard ad aver ricevuto questo premio, gli viene anche richiesto di comporre un nuovo lavoro per orchestra d'archi, "In memory of Carlo Walter Loeb".
Nel 2006 tre istituzioni americane, i Detroit Chamber Winds and Strings, l'Oberlin Conservatory of Music e la Michigan University, gli chiedono di comporre per loro un nuovo lavoro ("Le immagini nascoste") per grande ensemble che verrà portato in tournée negli Usa nel 2008 e 2009 e, nel 2007, la Repubblica di San Marino lo nomina "Cavaliere dell'Ordine di Sant'Agata" per la sua attività di direttore d'orchestra.
Sempre con l'Orchestra da Camera della Repubblica di San Marino, dirige nel settembre 2009 alla Biennale di Venezia presentando, fra l'altro, la sua trascrizione del "Prélude à l'après-midi d'un faune" di Debussy mentre, in occasione dell'edizione 2010, il Premio Internazionale per violino "N. Paganini" di Genova gli commissiona "Kairòs", brano d'obbligo per il concorso stesso.
  
_______________________________________________________ 
 
Composer, conductor and pianist.
With his first composition, "Impressions of an American sparrow" for two pianos, won the "Valentino Bucchi" prize of Rome in 1986 and, two years later, he won the "Forum" prize of Cologne with "Tremiti" for string quartet. This piece, played by the Arditti Quartet and recorded by the German radio-tv station WDR, was subsequently also awarded the prize of the Kennedy Foundation of Washington.
In the following years his works received much more recognition and began to be diffused throughout the world by internationally renowned soloists, ensembles and conductors.
In 1992 Witold Lutoslawski, chairman of the International Contest of Warsaw, awarded his symphonic work "Spectra" that, also performed by the Warsaw Philharmonic Orchestra, was a great success according to both the public and critics.
After two more prestigious international prizes (Jewish Culture Center of Los Angeles in 1994 - Tulane University of New Orleans in 1995), the "B. Barattelli Society" of l'Aquila, on the occasion of their fiftieth anniversary, appointed him to compose "Imis", a piece for seven instruments, which, among many other interpretations, was also played by the Ensemble Pierrot Lunaire at the Wien Musikverein.
For the 'Giovine Orchestra Genovese' (GOG) he composed two works, the first in 1996 for the centennial of Eugenio Montale's birth, is "E piove in petto una dolcezza inquieta" for soprano and quintet on texts of the Ligurian poet and, in 1999, "Fiabe, miti e magie" for percussion instruments and piano.
In 1997, in occasion of a commission by the Verdi Theatre of Pisa for a work dedicated to Arnold Schönberg, he presents himself to the public for the first time in the twofold role of composer/conductor: he performed the first execution at all of his work "Eco di un tempo perduto", in a concert that, performed at the presence of Nuria Schönberg herself, obtained great public and critic success.
Since then, his intense composer activity has taken him towards the specialization in a repertory dealing with the music from '900 till nowadays, conducting and recording, as well as his own and great Nineteenth Century maestros' works, even the ones belonging to contemporary authors, also carrying out first performances at all and collaborating with soloists, ensembles and orchestras such as the E.Co. Ensemble, the Icarus Ensamble, the soprano Susanna Rigacci, the Chamber Orchestra and Symphony Orchestra of the San Marino Republic, the Janua Coeli Globus, the Flame Ensemble Orchestra, the Hofstads Youth Orchestra, the cellist Daniel Müller-Schott, the Carlo Felice Theatre Orchestra of Genova, the flutist Andrea Griminelli, the Tuscan International Youth Orchestra (TIYO), the Bayerisches Kammerorchester and Jacques Loussier with his Trio.
In 2002 he is appointed to conduct the Carlo Felice Theatre Orchestra of Genoa in occasion a concert dedicated to the music of Hans Werner Henze, who commented upon the performance writing that he had been "...very impressed by the vigour, the energy and the elegance of his interpretation".
That same year the prize of the Japan International League of Artists of Tokyo – which he won for his setting to music of texts by the poet Montale – aroused the interest of the Genoa Opera Theatre which established to perform his symphonic work "E fu sera, e fu mattina" dedicated to the Genesis. Among the listeners was Riccardo Chailly, who arranged it other five performances in Milan, in 1998, during the season of the Verdi Orchestra. The same work, in 2001, won the international award of composition "Ciutat de Palma ", in Mallorca.
Among the numerous performances and activities of the following years we can mention the piece "Come un'aurora" for string orchestra, commissioned by the Music School of Fiesole on request of Luciano Berio, in occasion of the inauguration, the 21st April 2002, of the Auditorium of the Parco della Musica in Rome, and the appointment to "resident composer" at the EinKlang Festival of Wien for the year 2003.
In 2004 the Spanish "ACA Foundation" has published a monographic CD of his works and, the same year, the Harvard University gave him the "Fromm Award" commissioning also the new work for string orchestra "In memory of Carlo Walter Loeb".
In 2006, the Detroit Chamber Winds and Strings, the University of Michigan and the Oberlin Conservatory of music, jointly commissioned him a new work ("Le immagini nascoste") for large ensemble that, first performed in october 2008 at the Oberlin Conservatory of Music, has been again played by the other two institutions in 2009.
In 2007, he was named "Knight of the Order of Sant'Agata" by the Republic of San Marino for his work as a conductor.
Again with the San Marino Republic Chamber Orchestra, he conducted in September 2009 at the Venice Biennale presenting also his transcription of the Debussy "Prélude à l'après-midi d'un faune", and, in occasion of 2010 edition, the "N. Paganini" international violin competition commissioned him "Kairòs", the compulsory piece for the competition itself.