Trasformazioni - 700° Dante

Anni precedenti

Cerca

 

 

Articoli

 
 

I Concerti del Meeting                          

 

 

CONCERTO SINFONICO DELL'ORCHESTRA DEL MEETING
 
Tobias Ingrosso, violoncello
 
Luca Bellofisarmonica
 
Mario Zanettedirettore

Per tutte le informazioni 

sulle modalità di accesso 

e di prenotazione

CLICCA QUI 

 

SABATO 25 SETTEMBRE 2021, ore 20.45

Teatro Zancanaro, Sacile (PN)

 

 
 
  

 

PROGRAMMA
 
Camille Saint-Saëns (1835-1921)
Concerto n.1 in la minore, op.33
per violoncello e orchestra
Allegro non troppo
Allegretto con moto
Un peu moins vite

TOBIAS INGROSSO, violoncello
 
 
Astor Piazzolla (1921-1992)
Concerto «Aconcagua»
per bandoneón, orchestra d’archi e percussioni
Allegro marcato
Moderato
Presto

LUCA BELLO, fisarmonica
 
 
 
 
TOBIAS INGROSSO, violoncello
Giovane talento quindicenne inizia lo studio del violoncello con il Prof. Giancarlo Trimboli all'età di 5 anni. Dal 2018 segue con profitto Masterclass di Alto Perfezionamento tenute dal Maestro Luca Simoncini del quale segue anche corsi di Musica da Camera ed Ensemble di Violoncelli.
È risultato vincitore di Concorsi Nazionali e Internazionali. Nel 2019 è primo premio assoluto (100/100) al Concorso «Adotta un musicista» di Forlì, Primo Premio al Concorso della Versilia, Primo Premio al Concorso «Città di Piove di Sacco» e Primo Premio Assoluto al Concorso «Crescendo» di Padova, dove, a seguito degli ottimi risultati ottenuti, viene invitato ad esibirsi a San Pietroburgo.
Nel 2021 è vincitore assoluto di categoria al Premio «Crescendo» di Firenze e Primo Premio al Concorso di Sarzana. Vincitore di borsa di studio al Concorso «Adotta un musicista» di Forlì, ha avuto la possibilità di esibirsi con l'Orchestra «Bruno Maderna», eseguendo il Concerto in Do Maggiore di J.Haydn.
È borsista del premio «Claudio Scimone», edizione 2021.
Ha collaborato più volte con l'orchestra d'archi «Promenade Strings».
 

LUCA BELLO
, fisarmonica

Si avvicina alla fisarmonica classica all’età di 7 anni per proseguire gli studi a 9 anni con la professoressa Mikela Uršič, ottenendo fin da subito numerosi riconoscimenti a livello internazionale. Ha preso parte ad oltre venti concorsi in Italia, Slovenia, Croazia, Austria, Bosnia-Herzegovina, Germania, Repubblica Ceca e Portogallo, conseguendo otto primi premi assoluti e cinque primi premi; spiccano il secondo posto al Premio Internazionale di Fisarmonica a Castelfidardo, il primo premio assoluto al concorso internazionale di Pola, il primo premio assoluto e il premio speciale per un concerto con l’orchestra al primo Concorso Internazionale di Celje, il primo posto al «Trophee Mondiale de l’Accordeon 2020» nella categoria U14 e il primo posto all’«Internationaler Akkordeonwettbewerb Klinghenthal», prestigiosa competizione per concertisti.
È stato inoltre invitato a esibirsi nella rassegna musicale «Giovani Talenti» e nel corso della stagione estiva 2021 organizzate dal Teatro Verdi di Trieste, durante le quali ha suonato in qualità di solista con l’orchestra della fondazione.
Ha partecipato a diverse masterclass con i maggiori esponenti mondiali della fisarmonica tra cui: Stefan Hussong, Iñaki Alberdi, Miljan Bjeletic, Corrado Rojac, Owen Murray, Andreas Nebl e Mirjana Petercol.
All’attività solistica affianca quella con l’Accordion Orchestra InMusic con la quale ha conseguito il primo premio agli Accordion Days in Prague nel 2019.
È stato invitato da diverse emittenti televisive e radiofoniche per interviste e registrazioni tra cui RAI, Telequattro e TV Koper.
 
 
MARIO ZANETTE, direttore
Personalità dai molteplici interessi culturali e artista poliedrico, ha intrapreso all’età di 7 anni lo studio del clarinetto diplomandosi brillantemente, presso il conservatorio F.E.Dall’Abaco di Verona. Si è perfezionato con A.Donato, C.Pomarico e presso la Scuola di Perfezionamento Musicale di Fiesole. Fin da giovanissimo si dedica al repertorio da camera e solistico, tenendo recital per numerose Società di Concerti in Italia e all’estero.
Ha rivestito il ruolo di primo clarinetto in molte orchestre e complessi da camera. Componente del Quartetto di clarinetti «Ensemble Serenissima» dal 1983, ha vinto numerosi concorsi internazionali quali il premio Schubert, il «Rovere d’Oro» e il premio della Radio Televisione Italiana «I Cercatori di Perle». Particolarmente apprezzata dalla critica il lavoro di incisioni con il Quartetto.
Contemporaneamente si è dedicato alla direzione d’orchestra studiando con il M° Jo Conjaerts, che ha affiancato in alcune produzioni, e seguendo l’attività di diversi direttori d’orchestra e di formazioni per fiati. Ha svolto attività di maestro collaboratore e direttore principale nelle rappresentazioni di diverse opere sia in Italia che all’estero. È stato direttore stabile della Filarmonica di Maniago e dell’orchestra a fiati regionale del Friuli Venezia Giulia. Ha collaborato, sempre in qualità di direttore, con l’Orchestra del teatro di Maribor (Slovenia). Ha inoltre diretto numerose prime assolute di compositori italiani e stranieri sempre con ottimo consenso di pubblico e critica. Ha effettuato numerose tournèe negli Stati Uniti (Metropolitan), Canada (Canadian Opera Company), Francia, Svizzera, Austria, Egitto, Svezia e Pakistan.
Attento alla formazione dei giovani ha fondato nel 1989 l’Orchestra La Serenissima di Sacile portandola, sotto la sua direzione, a vincere prestigiosi premi in concorsi nazionali ed internazionali fino ad essere invitata nel 2001 a rappresentare le orchestre giovanili italiane al Festival Internazionale delle Orchestre a Buenos Aires in Argentina, suonando in diretta per la televisione nazionale.
Conseguita la laurea magistrale in Scienze dell’educazione ad indirizzo musicologico tiene corsi, seminari, conferenze e docenze per diversi enti ed associazioni. Ha inoltre curato la parte relativa alla Storia della musica in Friuli Venezia Giulia nella collana di volumi dedicati alle arti in regione, editi dalla casa editrice Agenzia Libraria di Monfalcone.