Una voce dal Livenza VMC 2018

 

 

Anni precedenti

Cerca

 

 

Articoli

DOMENICA 25 MARZO 2018, ore 20.45
Teatro Zancanaro - Sacile (PN)
 
INGRESSO LIBERO
 
 

 

"CONCERTO GROSSO" 
 
 
ORCHESTRA D'ARCHI DEL TARTINI DI TRIESTE
Maestro preparatore: FABIO PIRONA
  
VEDI LE FOTO   

PROGRAMMA    

ERNEST BLOCH (1880-1959)
Concerto Grosso n. 2
per orchestra d'archi
Maestoso - Allegro - Tempo primo
Andante
Allegro Tranquillo - Animato
 
 
FERENC FARKAS (1905-2000)
Aria e rondò all'ungherese
per due violini e orchestra d'archi
 
Teresa Vio e Valentina Pacini, Violini
 
 
RALPH VAUGHAN WILLIAMS (1872-1958)
Concerto Grosso
per orchestra d'archi
Intrada (Largo)
Burlesca Ostinata (Allegro moderato)
Sarabande (Lento)
Scherzo (Allegro)
March and Reprise (Alla marcia, Largo)
 
Solisti del Concertino: Tea Godec e Dina Tosic, Violini - Sara Zoto, viola - Amaia Lopez, Violoncello - Ahmed Chia Sultan, Contrabbasso.
 
 
 

ORCHESTRA D'ARCHI DEL CONSERVATORIO "G.TARTINI" DI TRIESTE  

L'Orchestra d'archi del Conservatorio G.Tartini, suona senza l'ausilio di un direttore perché il lavoro svolto in sede di preparazione mira ad una concezione del quartetto d'archi esteso all'orchestra intera. L'Orchestra ha già eseguito un vasto repertorio, dal barocco al '900 storico e, oltre che in Regione, ha eseguito numerosi concerti anche in Austria, Slovenia e Bielorussia. Nel 2012 e nel 2013 è stata invitata al Quirinale a Roma dove ha eseguito due concerti alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana.
Nell’estate del 2017 è stata invitata ad eseguire un programma vivaldiano al Festival di Minsk in Bielorussia. L’Orchestra è reduce da un recente Concerto eseguito nel Febbraio scorso nell’Aula del Senato, alla presenza delle massime autorità dello Stato, riscuotendo sempre unanimi consensi.Docente preparatore: Fabio Pirona. 

NOTE DI SALA

Nel Novecento molti compositori importanti si sono ispirati a forme musicali dei secoli precedenti, Stravinsky nel neoclassicismo, Respighi nel neorinascimentale; meno rievocato è stato il mondo barocco.Nel programma di questa sera sono presenti tre pezzi che guardano al Concerto Grosso come forma barocca e anche strumentale. Il Concerto Grosso, in auge nella prima metà del '700, vede sempre contrapposti due gruppi strumentali ben distinti: il Concertino con dei solisti e il Tutti con il resto dell'orchestra; forma che i tre compositori di questa sera rispettano pienamente con un alternarsi che prevede delle rievocazioni settecentesche pur non dimenticando il '900 secolo nel quale sono state composte.Gli anni delle rispettive composizioni sono il 1952 per Ernest Bloch, il 1989 per Ferenc Farkas e il 1950 per Ralph Vaughan Williams.

 
 
ORGANICO

Docente preparatore: M° Fabio Pirona

Violini primi: Tea Godec, Valentina Pacini, Teresa Vio, Milena Petcović, Lekiq Emrah, Tijana Drinić, Mila Opsenica, Sebastian Zuccolo, Kloudennas Querimaj, Rocco Ascone, Sara Schisa.

Violini secondi: Dina Tosić, Natalia Stosic, Claudia Esperanza Franck, Ilaria Mariuzzo, Carolina Riccobon, Gioia Codognotto, Giacomo Birner, Daniel Longo, Lorenzo Petrachi, Elia Grigolon, Agnese Accurso, Vittorio Chalvien, Virginia Riolo.

Viole: Sara Zoto, Srna Majar, Giovanni dalle Aste, Ajdin Mulabdić, Alexandra Mirnić, Rosanna Romagnoli *, Jacopo Toso *.Violoncelli: Amaia Lopez, Alice Romano, Kezia Andrejcsik, Luca Bregant, Apolonia Vidic, Emanuele Ruzzier.

Contrabassi: Ahmed Chia Sultan, Cooke Kevin Reginald, Enrico Apostoli, Giovanni Gregoretti.

* Collaboratori esterni