Articoli

 

Terzo Concerto
DOMENICA 7 APRILE 2019
Villa Frova, Stevenà di Caneva
ore 18.00  
Ulisse Mazzon, violino
Raimondo Mazzon, pianoforte 
PROGRAMMA  
 
Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Concerto italiano BWV 971 in fa maggiore per pianoforte
 
Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Sonata n.2 in la minore per violino BWV1003
Grave
Fuga
Andante
Allegro
 
Fryderyk Chopin (1810-1849)
Studio op.10 n.1 in do maggiore per pianoforte
Studio op. 25 n.12 in do minore per pianoforte
 
Niccolò Paganini (1782-1840)
Capriccio op.1 n.4 per violino
Duo per violino solo
 
Franz Liszt (1811-1886)
Fantaisie et fugue sur le nom de B.A.C.H. per pianoforte
 

 

Ulisse Mazzon, inizia a studiare seriamente il violino all’età di quattordici anni con la Prof. R.Brandstatter, all’Universität für Musik und darstellende Kunstdi Graz, grazie alla quale ha il privilegio di eseguire in unico concerto, ancora sedicenne, tutti i 24 capricci di Paganini; ritenuto in possesso di requisiti eccezionali, è successivamente ammesso anche al Corso di Alto Perfezionamento per la Formazione di Esecutori di Musica da Camera e Solistica tenuto, da S.Accardo, presso l'Accademia Walter Stauffer di Cremona; conseguita la maturità liceale, incoraggiato anche dai lusinghieri giudizi espressi nei sui confronti da artisti quali Accardo, Lea, Giuranna, Meneses, Schmid, Honeck, Hagen, Vernikov, decide di dedicarsi esclusivamente allo studio del violino. Attivo anche in ambito cameristico, dove suona in duo ovvero in trio con i fratelli Raimondo e Maria Mafalda, nonché quale solista e Konzertmeister d’orchestra– International Attersee Institute Orchestra, sotto la direzione del R. Honeck, Konzertmeisterder Wiener Philharmoniker (2017); Angelika Prokopp, Sommerakademieder Wiener Philharmoniker (Salzburger, Festspiele 2018), nel cui ruolo ha anche partecipato all’incisione di apprezzati CDs. Ha conseguito innumerevoli riconoscimenti in svariati concorsi nazionali ed internazionali (“Bach – I concerti per violino”, San Vito al Tagliamento; “Paolo Spincich”, Trieste; “Città di Firenze”; “Città di Padova”; “Young Talents with Orchestra, Città di Barlassina”; “Rotary Portogruaro”; Concorso Internazionale “Salieri”, Legnago; “Città di Piove di Sacco”; “Città di Giussano”; “Città di Treviso”; “Mozart, Concerti per violino e Orchestra”, Torino, sotto il patrocinio della Stiftung Mozarteum Salzburg; “Postacchini”, Fermo; “Città di Palmanova”), da ultimo l’invito a partecipare al “IX Internationaler Fritz Kreisler Violinwettbewerb” tenutosi a Vienna nel settembre 2018. Suona un violino Bernard Neumann 2009.

Raimondo Mazzon, nato a San Donà di Piave il 24 ottobre 2001, ha studiato pianoforte, organo e clavicembalo in Italia, sotto la guida dei Maestri A.Barutti (Conservatorio di Venezia, pianoforte) e M. Bravin (con il quale ha conseguito, quattordicenne, con lode e menzione d’onore, diploma d’organo presso la Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro); continua il percorso musicale con P.Turetta (Conservatorio di Padova, organo), A.Corti (Interpretazione organistica), R.Loreggian (Conservatorio di Padova, clavicembalo) e M.Van Gent (Academia Pianistica Internazionale di Imola); in Austria (Sommer Akademie Mozarteum), con i Maestri A.Weber e H.Lucke. Ha partecipato a numerosi appuntamenti, festival e rassegne musicali in Austria, Germania, Liechtenstein, Italia, Svizzera, Slovenia, Ungheria, esibendosi più volte anche presso la Großer Saal del Stiftung Mozarteum, a Salisburgo, nell’ambito della Festzur Festspieleröffnung (Internationale Sommerakademie); sovente continuista in formazioni cameristiche, dove ha avuto il piacere di condividere il palco con artisti del calibro di Lonardi, Guglielmo, Lupo, Contadin, Sardelli, Forsythe, Vestidello, Mion, suona regolarmente in duo e in trio con i fratelli Ulisse (violino) e Maria Mafalda (violoncello), accompagnandoli in esecuzioni premiate con primi premi in numerosi concorsi (da ultimo, Portogruaro 2014, Salieri-Legnago 2016, Piove di Sacco 2016, Padova 2016) e con i quali ha anche conseguito il primo premio al “Concorso internazionale Città di Padova 2013” e il primo premio assoluto al Concorso “Città di Palmanova 2013”, nella sezione “Musica da Camera”. Nel 2016, ancora quattordicenne, ha vinto il primo premio assoluto al Concorso Organistico Internazionale “A.Salieri” di Legnago; Primo Premio al Concorso Organistico Internazionale di Crema 2019; miglior organista al Concorso Internazionale di Svirel 2017, nella categoria “no age limits”; finalista con il clavicembalo al “Premio ILMA estate Musica Antica 2018”, al pianoforte, si segnalano i primi premi ai Concorsi Internazionali “Città di Firenze 2013”, “Città di Trieste 2016”, “Città di Venezia 2017” (assoluto), “Premio Pianistico Alberto Giol 2016” (borsa di studio).