Articoli

www.ensembleserenissima.com

Terzo Concerto
VENERDI' 20 APRILE 2018
Palazzo Ragazzoni, Sacile
ore 20.45 

Prima Parte 

GIULIO CISCO (violino)
FEDERICA TIRELLI (viola)
GIANLUIGI BERNARDI (violoncello)
MATTIA MACULAN (pianoforte)
 

PROGRAMMA 

Johannes Brahms (1833-1897)
Quartetto op. 25 in sol minore per pianoforte, violino, viola e violoncello
Allegro
Intermezzo: Allegro (ma non troppo), Trio: Animato
Andante con moto
Rondò alla Zingarese: Presto
 
***
 

Seconda Parte 

OSIAN DUO
Chiara Boschian Cuch (flauto) - Eduardo Cervera Osorio (chitarra)
 

PROGRAMMA   

Mauro Giuliani (1781-1829)
Allegro maestoso
 
Roberto Abraham (1959)
Intermezzo
 
Leo Brouwer (1939)
Sonata Mitología de las aguas n.1
I. Nacimiento del Amazonas
II.El lago escondido de los Mayas
III. El salto del Ángel
IV. El Güije, duende de los ríos de Cuba
 
 

Giulio Cisco nasce a Vicenza nel 1996 ed intraprende lo studio del violino all’età di dieci anni. A partire dal 2008 fa parte dell’ Orchestra Giovanile di Treviso e del Veneto La Rejouissance, diretta dal M° E. Maschio, con la quale si è esibito anche in qualità di prima parte e solista, e con cui ha partecipato a concerti e festival in tutta Italia in prestigiosi teatri, registrando anche un programma per RAI Uno. Nel 2009 viene ammesso al conservatorio A. Pedrollo di Vicenza, presso il quale, nel 2017, si diploma sotto la guida del M° E. Ligresti. Particolarmente affascinato dalla musica da camera, ha avuto modo di collaborare, in varie formazioni, con artisti quali U. Hofmann, G. Barutti, C. Lazari, E. Ligresti e M. Tieppo. Inoltre, suona regolarmente con l’ Ensemble Guarneri di G. Fiori. Dal 2013 al 2016 è violino di spalla dell’ Orchestra Crescere in musica diretta dal M° S. Gasparella, dove ha suonato al fianco di concertisti di fama, tra cui J. Berger, D. Bogdanovich, M. Somenzi, A. Firsova, M. D. van Biemen, e ha partecipato alle trasferte in Germania e Repubblica Ceca. Ha collaborato con numerose compagini orchestrali, tra cui Orchestra dell’Accademia Musicale di S. Giorgio, Orchestra Alto Vicentino, I solisti di Radio Veneto Uno, Orchestra da Camera della Reggenza di Asiago, Orchestra Legrenzi, Orchestra Machiavelli  e Orchestra Salieri. Nel 2014 è stato selezionato per partecipare, tra i primi violini, all’attività dell’ Orchestra Regionale dei Conservatori del Veneto  e l’anno seguente prende parte al Progetto Orchestra della Società del Quartetto di Vicenza, seguito dal M° L. Spierer (ex Konzertmeister dei Berliner Philarmoniker). Ha frequentato, come allievo effettivo, diverse masterclass di violino e musica da camera, tenute dal Quartetto di Cremona, dal trio New Zealand Chamber Soloists, da G. Guglielmo, da M. Carruzzo e da M. Tieppo. Nel 2016 fonda, insieme ad altri tre giovani musicisti vicentini, il Quartetto Berico, che nel giro di pochi mesi si aggiudica quattro premi in altrettanti prestigiosi concorsi: il secondo premio al Concorso Internazionale Antonio Salieri, il secondo premio al Concorso Nazionale Città di Piove di Sacco, il primo premio (e la borsa di studio assegnata dalla giuria) al Concorso Internazionale Città di Palmanova e il primo premio assoluto, con relativa borsa di studio, al Concorso Internazionale Città Murata di Cittadella. Recentemente, sono stati invitati dal M° G. Barutti a suonare il Quintetto per archi di F. Schubert, riscuotendo ampi consensi. Attualmente, Giulio Cisco si sta perfezionando con M. Lot per il repertorio violinistico e con U. Hofmann per quello cameristico e quartettistico. Ottenuta la maturità scientifica, è iscritto al terzo anno della facoltà di Economia e Commercio presso l’Università di Verona.

Federica Tirelli, nata nel 1996, si avvicina alla musica fin da giovanissima frequentando i corsi del metodo ''Willems'', pianoforte, flauto e canto corale presso la Scuola di Musica di Mortegliano (UD).  A dieci anni entra nella classe di viola della professoressa G. Bignami presso il Conservatorio ''J.Tomadini'' di Udine ,e dal 2010 segue regolarmente diverse masterclass con maestri di fama  internazionale come J. Dinerstein, M. Zemtsov, A. Zemtsov, D. Zaltron, H. Fister, U. Ulijona, D. Formentelli e D. Mason. Perfeziona lo studio della viola con M. Cossio e nel 2015 raggiunge la maturità al liceo musicale.  Nell’ambito della prestigiosa Stagione Concertistica della Fazioli, ha registrato due CD per la rivista ‘’Amadeus’’ con l’accademia d’ archi Arrigoni diretta dal M° D. Mason. Ha inoltre partecipato, con la medesima formazione, ad un importante festival internazionale, “Mittelfest”, in veste cameristica. Ha registrato inoltre ‘’il Carnevale degli animali’’ di Saint Saens per la RAI di Trieste. Ha svolto due importanti trasferte con l'ensemble di musica contemporanea del Conservatorio ''J.Tomadini'', diretta da Markus De Prosperis a Bolzano e Steven Loy a Lubijana. Sempre nello nello stesso anno, entra nella classe di D. Zaltron presso il conservatorio ''A. Pedrollo'' di Vicenza.  Nell'aprile 2016 è stata selezionata per partecipare al Progetto Orchestra tenutosi dall’ex spalla dei Berliner Philarmoniker, L. Spierer, e a maggio ha seguito una masterclass tenuta dalla famiglia Zemtsov a Wissel (Germania). Nel giugno 2017 partecipa in formazione cameristica al festival “Settimane musicali al teatro Olimpico” sotto la direzione artistica di S. Tchakerian.  Collabora inoltre con il ''Laboratorio Musicale Sperimentale'' con il quale propone riarrangiamenti di canzoni di Fabrizio De André. Attualmente si sta avvicinando al mondo della sperimentazione e composizione elettronica, seguendo corsi di produzione e arrangiamento musicale con M. Bianchi e workshop di improvvisazione con S.Maiore, R. Dani e A. Dulbecco. Fa parte dell'associazione culturale coro "Le Colone" e del coro Giovanile Friuli Venezia Giulia con i quali partecipa a progetti a livello nazionale, come l'ultimo "La Buona Novella" di F. De Andrè interpretato da Simone Cristicchi e “Turoldo Vivo” ideato da Giuseppe Tirelli. Collabora in qualità di viola con diverse orchestre regionali friulane. Le sue esperienze musicali le hanno permesso di entrare a contatto con concertisti e direttori di altissimo livello come J. P. Vilaplana, S. Briatore, L. Birringer, L. Armellini, A. Kornienko, D. Pascoletti, G. Arfacchia, G. Cacciola, E. Marchesini, V. Sivilotti. 

Gianluigi Bernardi, intrapresi il percorso musicale nel 2007, frequentando il corso Suzuki presso il Conservatorio di Vicenza, sotto la guida della prof.ssa Anna Campagnaro. Due anni più tardi venni ammesso, primo in graduatoria, al corso tradizionale di violoncello del prof. Gianantonio Viero. Recentemente ho conseguito la licenza di Quartetto con votazione 10/10 e il diploma in Violoncello con votazione 10/10 e lode. In seguito, mi sono iscritto all’Accademia Musicale di Schio (VI), per seguire le lezioni di perfezionamento con la violoncellista Ulrike Hofmann. La mia esperienza, al di fuori dell’ambito del Conservatorio, annovera esecuzioni in formazione, oltreché orchestrale, quartettistica, da camera nonché, talvolta, da solista, nelle provincie del Veneto e della Lombardia. A tale proposito, si possono menzionare i concerti estivi presso il municipio del comune di Roana, con prime esecuzioni assolute delle composizioni del maestro G. Gobbato; la partecipazione, nell’anno 2016, all’incisione di un disco di fiabe non-sense di L. Malerba in musica (“Le galline pensierose e altri animali”, Bottega Discantica 2016); la collaborazione con l’associazione Choricanticum a rappresentazioni quali “A Christmas Carol”, sulla base dell’omonimo racconto di Dickens, oppure alla messa in scena dell’operetta “Livietta e Tracollo” di Pergolesi; l’adesione per l’a.a. 2016/2017 al “Progetto Orchestra” organizzato dalla Società del Quartetto di Vicenza e coordinato dai maestri Leon Spierer e Davide Sanson (occasione nella quale ricevo, per la sezione degli archi, la borsa di studio finale, destinata allo studente più meritevole).  Attualmente frequento il secondo anno del corso di Lettere antiche dell’Università di Padova. Durante la mia formazione, ho sempre prediletto una visione interdisciplinare delle materie di studio, nutrendo passione per svariati campi della cultura, che assieme alla musica includono specialmente le lingue e le civiltà classiche (coltivate anche nello spirito di agoni regionali e nazionali, come i Ludi Canoviani -Menzione d’onore 2013-, il Certamen Catullianum -1° premio 2016-, le Olimpiadi delle Lingue e Civiltà Classiche -partecipazione alle finali di Torino 2016, tra i primi 50 della sezione Greco). In occasione dell’esame di maturità classica, concluso nel mese di luglio 2016 con un risultato di 100/100 e lode, discussi una tesi sulla concezione di teoria musicale e pratica strumentale in alcuni punti cruciali della storia della musica, con l’intento di cercare una possibile unità filosofica tra le implicazioni più irrazionali e, per contro, quelle più matematiche di quest’arte. 

Mattia Maculan inizia lo studio del pianoforte privatamente con il Maestro Massimo Barbieri, e in seguito con il Maestro Antonio Rigobello. Nel 2014 viene ammesso al conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza, presso il quale, sotto la guida del Maestro Daniele Roi, consegue nel 2017 la laurea triennale con la votazione di 110/110. Ha frequentato Master Class con Massimo Somenzi, Boris Bermann e Aleksandar Madžar. Collabora con l’orchestra Officina Armonica di Breganze e con l’Orchestra Crescere in Musica diretta da Sergio Gasparella. Suona inoltre nella veste di percussionista nel Corpo Bandistico di Centrale di Zugliano. Fin dal 2011 collabora in duo con la flautista Beatrice Lanaro, assieme alla quale ha partecipato e vinto numerosi concorsi, tra i quali il 6° Concorso Internazionale Giovani Musicisti-Premio “Antonio Salieri”, il 16° Concorso Nazionale “Riviera Etrusca” di Piombino, il Premio per formazioni cameristiche “Amici del Conservatorio” del conservatorio A. Pedrollo e il 7° Concorso Internazionale di esecuzione musicale “Giovani Musicisti” di Treviso. Attualmente frequenta il primo anno di Matematica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. 

Osian duo si forma nel 2016 dall’incontro dei musicisti Chiara Boschian Cuch al flauto ed Eduardo Cervera alla chitarra. Studiano al Conservatorio di Udine nella classe del maestro Franco Calabretto. Partecipano a concorsi nazionali e internazionali tra i quali spicca il prestigioso “XIV Concorso internazionale Enrico Mercatali” di Gorizia. Hanno suonato in numerose manifestazioni sia in Italia che all’estero in città come Monfalcone, Udine, Pordenone, Cividale (Italia) e a Mérida (Messico). Eseguono un repertorio di musica originale per questo organico che tocca tutti i periodi storici, ma approfondiscono e si soffermano maggiormente sulla musica del ventesimo secolo e dei giorni nostri, favorendo l’esecuzione di brani di compositori contemporanei. Diffondono la musica del compositore messicano Roberto Abraham, di cui hanno recentemente eseguito la prima mondiale della Suite per flauto e chitarra.

Eduardo Cervera Osorio, nasce il 23 luglio 1991 nella città di Mérida, Yucatán (Messico). Inizia lo studio della chitarra all’età di dieci anni sotto la guida di suo fratello Juan Carlos Cervera, in seguito prosegue gli studi al CECUNY e al Centro di Musica “Jacinto Cuevas” con i maestri Jorge García e Manuel Rubio e nella Facoltà di Musica dell’Università Veracruzana con il maestro Massimo Gatta. Viene ammesso nel 2010 al Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine nella prestigiosa classe del maestro Stefano Viola dove consegue la Laurea triennale e successivamente la Laurea specialistica ad indirizzo interpretativo con il massimo dei voti e la lode. Partecipa come allievo effettivo a masterclass di Maestri quali Oscar Ghiglia, Zoran Dukic, Stefano Grondona, Paolo Pegoraro, Frederic Zigante, Luigi Attademo, Juan Carlos Laguna, Manuel Lopez Ramos e Pavel Steidl. Svolge attività concertistica in importanti teatri e sale da concerto in Messico, Spagna, Italia e Slovenia come solista e con orchestra (Orchestra Sinfonica dello Yucatan e Camerata Academica di Mérida dirette da Luis Luna Guarneros, Orchestra Sinfonica Giovanile dello Yucatan diretta da José Luis Chan Sabido) suonando i concerti di Vivaldi, Ponce e Castelnuovo - Tedesco. Suona assieme al quartetto d’archi del Conservatorio di Udine intrepretando il quintetto di Castelnuovo – Tedesco. Vince numerosi concorsi Nazionali ed Internazionali tra i quali: Premio dello Stato per la gioventù, Mérida, Messico 2010, Primo Premio Assoluto, “Premio “900” e Premio “Giuseppe Magnani”, al V Concorso Internazionale “Antonio Salieri” di Legnago (Verona), Italia, Primo Premio al I Concorso Internazionale “Diapason d’oro” 2015 di Pordenone, Italia, Primo Premio cat. III al IV Concorso Europeo di Chitarra Classica "Premio Enrico Mercatali" di Gorizia, Italia, Primo Premio al Concorso Internazionale di Chitarra "Virtuosismo guitarrísitico" 2008, Morelia, Messico, Primo Premio nella categoria giovani al "Concorso nazionale per interpreti della chitarra Paracho 2005", Paracho, Messico, Primo Premio nella categoria intermedia al "Concorso nazionale per interpreti della chitarra Paracho 2008", Paracho, Messico, Primo Premio al II Concorso di Chitarra Classica Mérida 2007, Mérida, Messico, Secondo Premio al Concorso Nazionale di Taxco 2010, Taxco, Messico, Secondo Premio cat. IV al V Concorso Europeo di Chitarra "Premio Enrico Mercatali" di Gorizia, Italia, Terzo Premio al Concorso Nazionale di Chitarra Classica “Autunno BUAP” 2007, Puebla, Messico. Terzo Premio al XI Concorso Internazionale di Chitarra Classica "Julian Arcas" 2009 (sez. José Tomás) Almeria, Spagna. Affianca all’attività di concertista quella dell’insegnante, lavorando nella scuola della Fondazione Luigi Bon a Udine. Dal 2016 fa parte del “Osian duo” con la flautista Chiara Boschian Cuch.

Chiara Boschian Cuch, si appassiona al flauto traverso grazie alla zia e inizia gli studi di flauto nel 2006 all’Istituto di musica della Pedemontana di Aviano seguita dal maestro Enrico De Val. Ora frequenta il Triennio Superiore al Conservatorio di musica “Jacopo Tomadini” di Udine nella classe del maestro Giorgio Marcossi. Ha partecipato al IV Concorso Musicale della Fondazione “Pia Banchiera – Arrigo Tallon” a Pordenone nel 2008, al Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Piove di Sacco” nel 2009, al VIII concorso della Fondazione “Pia Baschiera - Arrigo Tallon” nel 2014 e al concorso “Diapason d’oro” a Pordenone nel 2015. Ha suonato in alcune manifestazioni come solista, in duo, trio, quartetto e in orchestra di fiati; ha suonato in teatri e sale da concerto sia in Italia che all’estero come Auditorium Concordia e Villa Cattaneo di Pordenone, Palazzo Congressi a Riva del Garda, Basilica di Santa Eufemia a Grado, Teatro Arrigoni di San Vito, Castello di Ferlach (Austria), alla Biennale di Venezia, nella sala della X Region Militar e nell’Auditorium Olimpo a Merida (Messico). Ha suonato coi maestri Lucia de Antoni, arpa e Marco Colombaro, pianoforte. Frequenta i Seminari Internazionali di musica da camera “Alpe Adria” coi maestri Giorgio Marcossi, Carlo Teodoro, Helfried Fister, Fulvio Žarko Hrvatič. Ha frequentato masterclass col maestro Berten D’Hollander e col maestro Alejandro Vázquez. Dal 2016 suona col maestro José Eduardo Cervera Osorio alla chitarra formando “Osian duo”.