Articoli

www.ensembleserenissima.com

 

Primo Concerto
VENERDI' 6 APRILE 2018
Palazzo Ragazzoni, Sacile
ore 20.45
 
 
 
Prima Parte
 
ELISA RUMICI (pianoforte)
 
 
PROGRAMMA
 
Franz Joseph Haydn (1732-1809)
Sonata in do maggiore Hob XVI op.48
 
Robert Schumann (1810-1856)
Novelletta op.21 n.8
 
Franz Liszt (1811-1886)
Rapsodia ungherese n.12
 
Sergej Rachmaninov (1873-1943)
Etude tableaux op.33 n.9
 
***
 
Seconda Parte
 
TRIO BRIXIA
Davide Agamennone (violino) - Francesco Fezzardi Ferrerio (violoncello) - Lucia Avoledo (pianoforte)
 
 
PROGRAMMA
 
Franz Joseph Haydn (1732-1809)
Trio in sol maggiore Hob XV 25 “gipsy”
Andante
Poco Adagio. Cantabile
Rondo all'Ongarese. Presto
 
Dmitri Shostakovich (1906-1975)
Trio n.1 op. 8
 
 
 
 

Elisa Rumici, nata nel 1995, ha iniziato lo studio del pianoforte sotto la guida della Prof. Maria Cristina Sgura. Iscritta nel 2008 al Conservatorio “J. Tomadini” di Udine nella classe della Prof. Maria Grazia Cabai ha nel giugno del 2013, brillantemente superato l'esame di diploma con il massimo dei voti. Nel 2016 ha ottenuto il diploma nel corso superiore di perfezionamento pianistico con il Maestro Roberto Plano presso l'Accademia Musicale Varesina, ha concluso con il massimo di voti e la lode il biennio presso il conservatorio "A. Pedrollo" di Vicenza nella classe del Maestro Riccardo Zadra ed é stata ammessa all'Accademia Musicale di Pinerolo nella classe del Maestro Enrico Pace. Ha partecipato come allieva effettiva a masterclass con i m.i M. Mika, D. Rivera, P. Gulda, G. Campaner, M. Lukáš, L. Howard, R. Risaliti, J. F. Antonioli, J. Ju, C. Ortiz, A. Lucchesini, R. Plano, N. Carusi, B. Berman, J. Kanno, C. Elton, B. Lupo, F. Gamba e ha approfondito l'interpretazione del repertorio barocco con la clavicembalista P. Marisaldi. Il primo dicembre del 2012 ha vinto a Trieste l'ottava edizione del Premio “Maria Grazia Fabris” in cui i concorrenti sono individuati dai due Conservatori della regione tra i migliori iscritti agli ultimi anni dei delle rispettive Scuole di pianoforte. Nel novembre 2013 le è stata assegnata la borsa di studio intitolata a Luigi Mari, illustre uomo di cultura, didatta e musicista istriano, destinata annualmente al diplomato in pianoforte più meritevole del Conservatorio di Udine. É risultata vincitrice di numerosi premi in concorsi pianistici nazionali ed internazionali: nel 2004 ha ottenuto il I premio assoluto al concorso “Riviera Etrusca” di Piombino; nel 2006 il I premio assoluto al concorso “Rospigliosi” di Lamporecchio (PT); nel 2007 il I premio al concorso "Rospigliosi" di Lamporecchio (PT) (duo pianistico) e il II premio al concorso "Rospigliosi" di Lamporecchio (PT); nel 2008 il I premio al concorso "Città di Cesenatico", il I premio al concorso "Rospigliosi" di Lamporecchio (PT), e il I premio assoluto al concorso "Rospigliosi" di Lamporecchio (PT) (duo pianistico); nel 2009 il II premio (primo non assegnato) al concorso “Città di Gorizia” e il II premio al concorso “Linussio” di Tolmezzo (UD); nel 2010 il I premio al concorso "Città di Piove di Sacco", il I premio al concorso "J.S. Bach" di Sestri Levante, il I premio assoluto al concorso "Città di Piove di Sacco" (duo pianistico), e il I premio assoluto al concorso "J.S. Bach" di Sestri Levante (duo pianistico); nel 2011 il I premio al concorso "Musica insieme" di Musile di Piave, il I premio al concorso "Città di Piove di Sacco", il II premio al concorso “Isola del Sole” di Grado (GO) e il II premio al concorso "Città di Piove di Sacco" (duo flauto pianoforte); nel 2012 il I premio al concorso “Memorial don Oreste Rosso”, dove ha ottenuto anche una menzione speciale per l’esecuzione di Debussy; nel 2012: il l premio “Maria Grazia Fabris”, e il II premio al concorso città di Piove di Sacco; nel 2013 il Premio Luigi Mari, é stata inoltre finalista al 9° concorso internazionale “Euroregione” di Udine, ed è stata selezionata tra i migliori quattordici pianisti diplomati per partecipare al premio "Lamberto Brunelli" di Vicenza; nel 2014 ha vinto il II premio al concorso "Musica insieme" a Musile di Piave, dove ha anche ricevuto la menzione speciale per la sensibilità musicale; nel 2015 ha ottenuto il I premio assoluto al concorso "Musica insieme" a Musile di Piave, il I premio al concorso "Cittá di Albenga" nella sezione "premio speciale" e il II premio al concorso di "San Donà di Piave"; nel 2016 il Premio "Talenti al Bon" a Udine e il I premio al concorso "Musica insieme" di Musile di Piave (duo pianistico); nel 2017 il I premio al concorso "Rospigliosi" di Lamporecchio (PT) (duo pianistico), il I premio assoluto al concorso "Città di Piove di Sacco" (duo pianistico), il I premio assoluto al concorso "Città di Palmanova" (duo pianistico), il I premio al concorso "Palma oro" (duo pianistico) e il I premio al concorso “European music Competition Cittá di Moncalieri” nella categoria senza limiti d’età per solisti e orchestra. Ha tenuto numerosi concerti in Italia e all'estero (Germania, Croazia, Slovenia, Portogallo), esibendosi in importanti stagioni, come per esempio la Fazioli hall di Milano, l'Expo di Milano (dove ha suonato sia da solista sia in duo), presso lo show-room Fazioli all'Expo di Milano e a Malpensa, e presso le Sale Apollinee del teatro La Fenice di Venezia; nel mese di agosto 2015 si è esibita a Óbidos in Portogallo e la sua esecuzione è stata registrata e mandata in onda sulla radio di musica classica "Antena 2". Nel 2016 si è esibita come solista con l'orchestra eseguendo il concerto k271 di Mozart nella stagione "Il senso della musica" di Vicenza e al "Festival Ghislandi" di Crema, dove la sua esecuzione è stata trasmessa in diretta su Lodi Crema TV e su Radio Antenna 5; successivamente ha eseguito il Concerto op. 54 di Schumann a Sacile nella rassegna "Fvg International music meeting". Parallelamente all' attività concertistica, Elisa partecipa a numerosi concerti-conferenza, tra cui si ricordano il recital organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda in collaborazione con il l’Associazione Artistico- Culturale del Friuli Venezia Giulia presso la sala grande del municipio di Stoccarda, il recital tenuto nell’aprile 2013 a Isola d’Istria (Slovenia) presso Palazzo Manzioli e la conferenza per “Il giorno del ricordo” al “Circolo dei lettori” di Torino. Nel 2005 ha partecipato all’esecuzione della colonna sonora del documentario “Foibe. il dramma dei deportati e scomparsi” prodotto dall’A.N.V.G.D e proiettato alla 71ma mostra del Cinema di Venezia. Dopo aver approfondito il repertorio liederistico, Elisa si è dedicata alla musica da camera nelle formazioni di duo pianoforte - flauto e in trio. Dal 2016 suona in duo pianistico con Nicola Pantani. Elisa è stata dedicataria di numerosi brani composti per lei, tra questi il Concertino per pianoforte e Orchestra da Camera del M.o Luigi Donorà, eseguito nel 2008 a Dignano d’Istria in Croazia e nel 2009 presso l' auditorium "San Gaetano" a Padova, e il Notturno e la Berceuse di Nicola Pantani. Elisa ha conseguito il Master universitario di I livello in “Discipline pedagogici delle discipline artistiche negli insegnamenti artistico-musicali della scuola secondaria”, ha partecipato al corso “Bisogni educativi speciali” e ha collaborato con la scuola musicale “Assonanze”. Un posto importante ha la beneficenza, a cui Elisa si dedica sin da quando era piccola tenendo regolarmente numerosi concerti a favore dell' A.G.M.E.N. ( Associazione Genitori Malati Emopatici Neoplastici) di Trieste, della "Caritas", di "Telethon". dell'associazione "Donatori di musica" e dei Lions.

 

Trio Brixia. «Un trio sicuro e ben equilibrato, ha mostrato di avere le idee molto chiare. Bello il suono d'insieme e la capacità di sostenere un fraseggio omogeneo.» Questa la calorosa accoglienza di una testata bresciana per l'esordiente Trio Brixia al Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, lo scorso 8 giugno; a pochi mesi dalla sua fondazione, il Trio ha avuto l'occasione di esibirsi nel Chiostro del Museo di Santa Giulia con l'esecuzione del Trio op. 97 di Beethoven, il celeberrimo “Arciduca”. Nato dall'incontro di tre giovani musicisti nella città di Brescia - da cui il nome Brixia - il Trio si dedica allo studio del repertorio sotto la guida del M. Mariagrazia Gazzola al biennio specialistico di Musica da Camera del conservatorio Luca Marenzio; è risultato vincitore del concorso indetto dallo stesso per l'attribuzione della borsa di studio offerta dal Lions Club Brescia Cidneo. Prende parte alla masterclass tenuta da Dora Schwarzberg, Romani Garioud e Giuliano Mazzocante all'Accademia di Musica di Pinerolo, si esibisce per il festival musicale di Cellio, a Villa Confalonieri (Merate), all' Auditorium Vivaldi di Torino.

Davide Agamennone, nato a Novara nel 1995, inizia a studiare il violino all’età di sei anni presso l’Accademia musicale del Duomo di Novara con Greta Mullaj. Preparato dal M. Boero, consegue a pieni voti la laurea triennale al Conservatorio G. Cantelli. Attualmente frequenta il Biennio di Specializzazione in violino a Novara sotto la guida di Ivan Rabaglia e si perfeziona con Suela Mullaj e presso l' Accademia di Musica di Pinerolo con Dora Schwarzberg. Fin da giovanissimo si è dimostrato un valente violinista, quando è stato invitato a undici anni ad esibirsi in qualità di solista con l’orchestra UECO - “United Europe Chamber Orchestra” - per un concerto in prima esecuzione assoluta presso il Teatro Coccia di Novara. Inserendosi nel suddetto gruppo, ne ricopre il ruolo di spalla per la première dell’opera “Il canto dell’amore trionfante” di Paolo Coletta. Suela Mullaj lo affianca a sé nell’esecuzione di celebri concerti per due violini e orchestra del repertorio barocco in prestigiose sale del nord Italia (sala grande del Conservatorio Verdi di Milano, Teatro Manzoni di Monza, Teatro Coccia di Novara, auditorium San Fedele di Milano). Dal 2016 è invitato ad unirsi all’ensemble orchestrale dei Giovani Talenti - Fondazione CRT e dal 2017 ai Solisti di Milano, con cui ha suonato a Shanghai e in altre metropoli in Cina. Attualmente coltiva l'interesse per la musica da camera con Mariagrazia Gazzola al Conservatorio Luca Marenzio di Brescia. Si esibisce per le rassegne concertistiche di Orta San Giulio, Cesano Maderno, Alba, Induno Olona e Chieti. Integra la sua formazione musicale con lo studio della composizione assieme al M. Marco Lasagna. Scrive un Capriccio per violino solo, eseguito nel giugno 2012 al Teatro Baretti di Torino per il “Festival Internazionale di Musica Antica e Contemporanea – Antidogma Musica”. Si distingue in concorsi nazionali ed internazionali violinistici e cameristici vincendo primi premi e viene promosso per la borsa di studio della Fondazione CRT. Segue i corsi di alto perfezionamento violinistico e cameristico a Lviv, Catignano, Bodio Lomnago e Boario Terme con i M. Dora Schwarzberg, Romain Garioud, Giuliano Mazzoccante, Greta e Suela Mullaj, Massimo Palumbo, Alexandre Zumbrowsky, Alessandro Travaglini e Luca Morassutti.

Francesco Fezzardi Ferrerio, classe 1992, a otto anni inizia lo studio del violoncello, iniziando presto ad esibirsi da solo ed in svariate formazioni cameristiche. Studia poi sotto la guida del M°Marco Zante al conservatorio "L.Campiani" di Mantova, contemporaneamente al perfezionamento sotto la guida di Vittorio Ceccanti e Luca Simoncini (Nuovo Quartetto Italiano). Si diploma a pieni voti nell'ottobre 2015. In questi anni, in variegate formazioni cameristiche, partecipa a corsi e masterclasses con Ivry Gitlis, Boris Petrushansky, Pier Narciso Masi, Cristiano Burato, Angelo Zanin (Quartetto di Venezia), Simone Gramaglia (Quartetto di Cremona), vincendo concorsi nazionali ed internazionali. Frequenta inoltre i corsi estivi di alto perfezionamento musicale di Sacile (PN) tenuti dal Mo Luca Simoncini. Collabora inoltre con la Fucina Culturale Machiavelli, ensemble da camera stabile con sede a Verona nato nel 2015 e diretto stabilmente da Andrea Battistoni e Sergio Baietta, che affronta lo studio del repertorio orchestrale a tutto tondo, classico, romantico e contemporaneo. Attualmente si dedica intensamente alla ricerca, al perfezionamento ed allo studio approfondito del repertorio per violoncello solo, esibendosi in svariate rassegne con un concerto dal titolo "Da Bach a Cassadò: la storia della Suite per violoncello solo". Suona stabilmente in trio sotto la guida del M. Mariagrazia Gazzola al Conservatorio Luca Marenzio di Brescia, in duo con il pianista Claudio Bonfiglio e in duo d'archi con il violista Leonardo Taio. Studia dal 2015 con Giovanni Scaglione (Quartetto di Cremona), frequentando con quest'ultimo anche corsi estivi ed annuali e dall' Ottobre 2017 si perfeziona con Romain Garioud al Conservatoire à rayonnement Dèpartemental de L'Hay-les-roses. Suona su un violoncello Giovanni Cavani del 1919 da poco riportato in vita dopo decenni di inattività ed un lungo restauro; possiede inoltre un violoncello costruito da Laura Vigato ed Enrico Monzitta nel 1982.

Lucia Avoledo, nasce nel 1993 a Magenta e inizia lo studio del pianoforte a o o anni. Consegue brillantemente la maturità scientifica presso il Liceo Scientfico A. Antonelli di Novara e in seguito la Laurea Accademica Triennale al Conservatorio G. Cantelli con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida del M. Renato Principe. Attualmente studia pianoforte e musica da camera con il M. Mariagrazia Gazzola al Conservatorio Luca Marenzio di Brescia. Partecipa periodicamente a masterclass di perfezionamento (la masterclass internazionale organizzata dallo Tzar's Village Divertimento a San Pietroburgo, quella di Santa Margherita Ligure, l'Accademia Muzyczna di Katowice, la Talent Music School a Brescia, l'Accademia di Musica di Pinerolo) durante le quali ha approfondito il suo repertorio, tra gli altri, con Aquiles Delle Vigne e Oleg Marshev, Trio Dorogi. Premiata come solista in concorsi nazionali ed internazionali, si appassiona alla formazione del trio con violino e violoncello (primo premio assoluto al concorso internazionale di Cortemilia “Premio Vttoria Caffa Righetti”); insieme a Davide Agamennone (violino) e Francesco Fezzardi (violoncello) fonda il Trio Brixia, che esordisce per il ciclo “Beethoven” al Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, con calorosa accoglienza di critica e pubblico. Si è esibita come solista e in differenti formazioni cameristiche per i Concerti del Cantelli, per l'Associazione Musicale Ettore Pozzoli di Cesano Maderno, per i concerti A.Gi.Mus del Rotary Club di Alba, all'Auditorium Chiesa San Dionigi di Vigevano, presso il Museo Diocesano di Brescia, all'interno del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, al Circolo dei Lettori di Torino, nella rassegna concertistica di Cellio, presso lo Spazio Teatro 89 di Milano, dove ha collaborato alla realizzazione del concerto K 449 di Mozart sotto la direzione di Piercarlo Sacco.