Una voce dal Livenza 2019

Anni precedenti

Cerca

 

 

Articoli

 

SABATO 25 MAGGIO 2019, al termine dell'incontro con lo scrittore Marco Malvaldi
Palazzo Ragazzoni - Sacile (PN)
 
 
 
 PRESENTAZIONE E DEGUSTAZIONE DI
"Acqua di rose" e "FVG Music 2019" 
 
 
 
I nuovi aperitivi ideati appositamente per il XXIII FVG International Music Meeting dal barman sacilese Daniele Miotti
 
 
  
ACQUA DI ROSE
Rivisitazione della "Ricetta", contenuta nel Codice Atlantico conservato a Milano nella Biblioteca Ambrosiana e firmata da Leonardo Da Vinci, di una inedita bevanda a base di estratto di rosa.
 
Leonardo da Vinci nacque nel 1452, figlio della popolana di Vinci Caterina e del notaio fiorentino Ser Pietro; entrambi si sposarono poco dopo e Leonardo ebbe come padre adottivo Accatabriga di Piero del Vacca, di professione pasticcere, che gli trasmette la passione per la cucina.
Nella bottega dal Verrocchio Leonardo inizia a fare il garzone, ma, tra il 1472 e il 1478 con l'amico Sandro Botticelli, anche lo chef alla Taverna delle Tre Lumache sul Ponte Vecchio a Firenze. In quell'anno il locale va a fuoco e Leonardo, sempre con l'amico, fonda la Taverna delle Tre Rane. Un'epserienza che si chiuderà dopo poco a causa di un clamoroso insuccesso: i fiorentini non apprezzavano le stravaganze di Leonardo in cucina, i suoi menù scritti da destra a sinistra e i disegni incomprensibili che li accompagnavano.
Verso il 1482 Leonardo si trasferisce a Milano, presso la corte di Ludovico il Moro con l’incarico Gran Maestro di feste e banchetti alla corte degli Sforza. In questi anni comincia a scrivere quello che viene chiamato Codex Romanoff, una sorta di quaderno degli appunti di cucina, anche se ancora di dubbia autenticità!
 
Non di dubbia attribuzione, invece, la seguente frase:
“Zucchero, acquarosa, limone e acqua frescha colati in tela biancha: e questa è bevanda di Turchi la state” (Codice Atlantico, fol.482r.), probabilmente scritta attorno al 1517, quando l’autore si trovava in Francia.
Frase che a dato ispirazione al barman Daniele Miotti per l'ideazione di "Acqua di rose", il long drink del XXIII FVG International Music Meeting, dedicato a Leonardo Da Vinci.
 
FVG MUSIC 2019
Un fresco drink, semplice e gustose, a base di Campari, prosecco e succo d'arancia, che può essere bevuto sia come aperitivo che come long drink, che ricorda il caratteristico colore dell'FVG International Music Meeting: l'arancione.
 
Entrambi saranno disponibili presso il bar "Farmacia dei 33" di Piazza del Popolo a Sacile.

 

 

 
DANIELE MIOTTI, giovane barman sacilese ideatore di diversi nuovi cocktail e che, nel corso degli anni si è distinto in numerose gare e concorsi con prestigiosi risultati fra quali il Premio Redentore ed il concorso nazionale dell'Aibes (Associazione italiana barman e sostenitori), nel quale, con il long drink "Red trouble", ha ottenuto il punteggio assoluto più alto per quanto riguarda il gusto del drink.