Sostienici

Anni precedenti

Cerca

 

 

 

SELENA COLOMBERA, canto lirico

 

Selena Colombera, soprano, è nata a Sacile in provincia di Pordenone nel 1987. Ha iniziato lo studio del canto molto giovane e si è diplomata nel giugno del 2012, sotto la guida del mezzosoprano Elena De Martin, presso il conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia. Ad ottobre del 2015 si è laureata in Musica Vocale da Camera con Elisabetta Andreani presso il conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza con una tesi e concerto sulle Sirene nella musica vocale da camera. Ha approfondito lo studio del barocco frequentando la masterclass di canto barocco di Claudine Ansermet organizzata dall’Associazione Barocco Europeo di Sacile. Ha studiato liederistica con Marcello Nardis e Mirko Guadagnini e il repertorio operistico con i soprani Francesca Scaini e Paola Romanò.

Ha tenuto diversi concerti con repertorio operistico eseguendo arie di Mozart, Verdi, Puccini, Mascagni, Donizetti, etc. Per il repertorio liederistico in lingua tedesca ha eseguito i Neue Liebslieder Waltzer di Brahms per quartetto vocale e pianoforte a quattro mani, il ciclo Frauenliebe und Leben di Schumann, diversi lieder di altre raccolte dello stesso autore e i duetti di Mendelssohn e Brahms. Con Pianoforte e clarinetto ha eseguito Der Hirt auf dem Felsen di Schubert.

Per il repertorio inglese ha eseguito il ciclo di Bernstein I hate music e le Folks songs di B. Britten e per quello francese ha cantato melodie di Fauré e le Deux melodie hébraiques, le Chansons populaires e leCinq Chansons Pupulaires Greques di Ravel.

Ha cantato romanze da salotto italiane (Tosti, Tirindelli, Pinsuti, Respighi, Leoncavallo…) e eseguito due cicli di arie da camera per voce e chitarra di M. Giuliani in italiano e tedesco. Con arpa, flauto, violino e percussioni ha cantato i Cantos del Tucuman di A. Ginastera, le Siete canciones populares españolas di De Falla in un arrangiamento per orchestra d’archi e per il repertorio russo le Sette romanze su poesie di A. Block di Schostakovich per soprano, violino, violoncello e pianoforte.

In coppia con il pianista Didzis Kalnins è risultata vincitrice del Primo Premio al Concorso Abbado 2015 per la sezione Musica Vocale da Camera.

Ha avuto modo di confrontarsi con la musica contemporanea: nel 2010 partecipa alla prima esecuzione diLacrymosa per soprano solista, coro di quattro soprani e percussioni di Marco Lenzi, con la direzione del M° Francesco Erle e l’anno successivo, sempre con la direzione del M° Erle, esegue Das Atmende Klarseindi Luigi Nono, per flauto basso e piccolo coro. Nel 2014 nell’ambito di una rassegna sulla Grande Guerra tenutasi all’Accademia dei Concordi di Rovigo canta Lapides II per soprano, pianoforte e percussioni di N. Evangelisti, in prima esecuzione, tre composizioni di Andreina Costantini su poesie di Ungaretti Primo amore, Silenzio e In Galleria e Natale di Fabrizio Spada, anch’essa in prima esecuzione. Nel 2012 e 2013 esegue una serie di concerti di operetta per il conservatorio e la biennale di Venezia e in Friuli, proponendo musiche di Lehar, Johann Strauss, Leon Bard…

Per il repertorio sacro ha cantato il mottetto di Mozart Exultate jubilate e il Salve Regina di Mendelssohn entrambi con orchestra.

Ha debuttato nel ruolo di Paoluccia nell’opera La Cecchina o la buona figliola di Nicolò Piccinni, diretta dal M° Michael Summers nel 2010. Nel 2011 ha rivestito il ruolo di Mariuccia, protagonista femminile dell’opera I due timidi di Nino Rota e nel 2012 la Vecchia Madre ne Le sette canzoni di Gian Francesco Malipiero, in entrambe diretta dal M° Maurizio Dini Ciacci.  Spettacoli prodotti dal Teatro La Fenice di Venezia e il Conservatorio B. Marcello e tutti con la regia di Francesco Bellotto.

Nella stagione 2012-2013 del Circolo lirico Mayer-Donizetti di Bergamo è stata Curra ne La forza del destino, la Dama nel Macbeth e Ines ne Il trovatore di Giuseppe Verdi, con la direzione musicale del M° Damiano Carissoni e la regia di Valerio Lopane.

A marzo del 2013 ha interpretato il ruolo del Ministro ne Il vestito nuovo dell’imperatore di Paolo Furlani, a Pordenone e Vittorio Veneto con la direzione del M° Eddi De Nadai e la regia di Song-a Cecilia Youn.

A ottobre del 2013 ha interpretato il ruolo di Silvia nell’opera in un atto di Mascagni Zanetto e a luglio del 2014 Susanna ne Il segreto di Susanna di E. Wolf-Ferrari presso il conservatorio B. Marcello di Venezia. A maggio ha interpretato il ruolo di Pamina ne Il flauto Magico di Mozart in una produzione in collaborazione tra il conservatorio di Vicenza e lo IUAV di Venezia.

Si è classificata seconda al concorso di Forlì “Opera Liberty” a maggio del 2014 ed è stata semifinalista ai concorsi Ottavio Ziino di Roma a novembre 2014 e Aslico (ruolo della Contessa ne Le nozze di Figaro di W. A. Mozart) a gennaio 2015.

Selena Colombera ha affiancato agli studi musicali, anche la formazione umanistica: è laureata con lode in Conservazione dei Beni Culturali presso l’università Cà Foscari di Venezia con una tesi sul gioiello nell’opera lirica.